Hai bisogno di noi? Contattaci!
Num Verde
Contattaci!
Num Verde 800.557692

NUOVO STRUMENTO DI FINANZIAMENTO PER LE START UP

C’è un nuovo interessante strumento di finanziamento per le piccole imprese in fase di startup. A proporlo è la Banca di Credito Cooperativo di Monastier e del Sile che, assieme all’Ente nazionale per il microcredito (www.microcredito.gov.it), è da oggi in grado di erogare prestiti fino a 35 mila euro garantiti all’80% dal Fondo Centrale di Garanzia.

COME OPERA?
Per operare nell’ambito del microcredito l’istituto di Monastier utilizzerà i suoi 23 sportelli diffusi fra le province di Treviso e Venezia e sarà affiancata da tutor professionisti preparati e certificati dallo stesso Ente nazionale per il Microcredito. Si tratta di consulenti specifici messi a disposizione per affiancare il neo imprenditore nell’intero percorso che lo porterà alla fondazione ed allo sviluppo del progetto, dalla definizione del business plan, alla redazione dei budget, alla richiesta di finanziamento in banca.

La Bcc potrà contare su due tutor stabili sui 47 operativi in Veneto.

A CHI E’ RIVOLTO?
Lo strumento è rivolto in particolare a lavoratori autonomi, imprese individuali, partite Iva, Srl semplificate, società di persone o cooperative, purché fondate da non più di cinque anni e con meno di cinque dipendenti o di 10 soci lavoratori.

L’iniziativa si pone in continuità con il precedente progetto Start-Up avviato fra il 2015 ed il 2018 grazie ad un accordo fra la banca e le associazioni di categoria locali e i rispettivi Consorzi di garanzia, esperienza nell’ambito della quale sono state finanziate 58 nuove imprese attraverso stanziamenti per quasi due milioni di euro.

I progetti valutati sono stati 130, a testimonianza che l’attività di supporto e consulenza agli aspiranti imprenditori porta a finanziare solo i progetti validi, scartando quelli destinati molto probabilmente ad un insuccesso.

COSA DICONO LE STATISTICHE?
Secondo le statistiche più recenti oggi in Italia il Microcredito è in grado di generare, nel medio periodo, circa 2,5 assunzioni di lavoratori per ogni pratica andata a buon fine.